Riccardo Fraccaro BLOG

Zero credibilità e 83 indagati in un anno: ora #ToccaAlPd chiederne le dimissioni se ne è capace!

pd_dddRenzi si aggira per l’Italia con la fedina penale del Pd al collo, che può vantare una media record di 83 indagati in un solo anno. Roba da far invidia alla famiglia Corleone. Il nominato premier ha sempre sfoggiato questa medaglia al petto difendendo i suoi esponenti sotto indagine, spesso anche per reati gravissimi, invece di chiederne le immediate dimissioni.

Sul caso Quarto, invece, sguinzaglia i trombettieri di regime accusando il M5S di incoerenza e chiedendo le dimissioni anche di chi non risulta indagato. Bisogna dare l’esempio per essere credibili, e il M5S lo ha fatto come sempre. Pur essendo la parte lesa nella vicenda, come risulta dagli atti d’indagine, pur avendo espulso un consigliere prima che fosse indagato, chiediamo un passo indietro al sindaco perché sugli amministratori pubblici non deve esserci nemmeno l’ombra di un sospetto.

È grazie a questa coerenza che abbiamo la forza per chiedere le dimissioni di tutti gli esponenti Pd coinvolti negli scandali. A cominciare dal consigliere comunale di Marsala, accusato di voto di scambio, per arrivare al sindaco renziano di Brescello, grande estimatore della ‘ndrangheta. Noi siamo il movimento degli onesti che cambierà il Paese, e questo vale più di ogni poltrona. Il segretario degli indagati prenda esempio: ora #ToccaAlPd chiederne le dimissioni se ne è capace!

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: