Riccardo Fraccaro BLOG

Voucher: il Trentino Alto Adige in testa alla classifica italiana del precariato

voucher«Alla faccia delle tutele crescenti: i dati diffusi dall’Inps fotografano una realtà drammatica che vede nell’utilizzo selvaggio dei voucher la nuova forma di precariato del terzo millennio. I nuovi schiavi dei voucher si concentrano in maniera particolare in Trentino Alto Adige: sono 4.789.534 i voucher venduti nella nostra regione nel 2015, il 32,5% in più dell’anno precedente. Quasi 5 milioni di voucher per una regione che supera di poco il milione di abitanti e che si colloca in cima alla classifica del precariato rispetto alle altre regioni italiane: un’altra triste specialità per il Trentino Alto Adige, di cui dobbiamo “ringraziare” Renzi e i partiti che lo appoggiano, PD, PAT e SVP». Lo afferma il deputato M5S eletto in Trentino Alto Adige Riccardo Fraccaro.

«I dati dell’Inps – spiega Fraccaro – sono allarmanti: ci dicono che siamo la regione con più lavoratori precari d’Italia, quella con il maggior numero di voucher venduti in rapporto al numero di abitanti. Tanto per fare un esempio, nel 2015 in Lombardia si sono venduti 20.939.603 voucher, ma spalmati su una popolazione di oltre 10 milioni di abitanti. In proporzione al numero di abitanti, in Trentino se ne sono venduti più del doppio che in Lombardia. Siamo sicuri che questi voucher siano stati impiegati tutti per la vendemmia e per lavori occasionali? L’uso dei voucher negli ultimi anni è aumentato a ritmi esponenziali: dai 535.985 voucher venduti in Italia nel 2008, siamo passati ai 115.079.713 del 2015! Rispetto all’anno scorso (69.181.075 voucher venduti) l’aumento è stato del 66%. Renzi prometteva di diminuire il lavoro precario e il lavoro nero, ma invece il precariato è aumentato e aumenterà ancora, proprio grazie allo strumento del voucher, che in moltissimi casi ha dato un alibi al lavoro nero e al caporalato. Senza contare che con questo sistema i lavoratori un domani avranno pensioni da fame. Ora più che mai dobbiamo unire le forze contro questo sistema alimentato dal PD, che vuole togliere ai lavoratori la dignità e il futuro: la nostra proposta di introdurre il reddito di cittadinanza – conclude Fraccaro – non è mai stata così urgente e noi ci batteremo affinché nessuno debba più rimanere indietro».

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: