Riccardo Fraccaro BLOG

Unioni civili targate PD, alimenti a convivente anche fuori da matrimonio: disparità più che diritt

130516La legge sulle unioni civili rappresenta il frutto di un ennesimo compromesso tra diverse istanze, un provvedimento lacunoso che partendo dai giusti riconoscimenti a tutte le coppie finisce per negare i più elementari principi di giustizia. Il testo originario ha subito profonde modifiche al ribasso, tanto da creare forti strappi nello stesso Pd. Renzi ha creato nuove disparità più che diritti, in particolare per le convivenze.

Secondo la legge approvata dalla maggioranza, per le coppie di fatto è previsto il versamento degli alimenti al proprio partner in caso di separazione quando quest’ultimo sia in difficoltà economiche. Tuttavia ciò avverrà a prescindere dalla durata della convivenza e, soprattutto, della presenza p meno di un figlio. Solo il Pd poteva concepire una norma simile.

Il M5S aveva proposto di prevedere la presenza di un figlio per poter chiedere gli alimenti, perché altrimenti si creano solo regimi differenziati e ulteriori disparità.
Lo stesso è avvenuto per la mancata introduzione del dovere di fedeltà e del diritto al risarcimento in caso di infortunio del partner. È inaccettabile creare coppie di serie A e di serie B, serviva una legge giusta ed equilibrata per tutelare i cittadini ma come al solito Renzi ha preferito salvarsi solo la poltrona.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: