Riccardo Fraccaro BLOG

Trivella Tav a Mattarello (TN), Fraccaro e Degasperi (M5S): «Con la nuova legge urbanistica il territorio è vittima dell’alta voracità»

Filippo_Degasperi_trivella_mattarello_tavLe trivellazioni per la realizzazione del Tav Brennero sono state avviate senza alcuna informazione preventiva sull’inizio dei lavori e in deroga ad ogni principio in materia di sicurezza e trasparenza. La sera del 27 ottobre nei pressi di Mattarello (TN) è comparsa  una ‪‎trivella, che sta effettuando dei carotaggi senza aver fornito alcuna comunicazione alle autorità competenti o aver esposto il cartello di cantiere. Questo accade perché la Giunta Rossi, con la nuova legge urbanistica, ha consegnato le chiavi del nostro territorio all’alta voracità che lo saccheggia calpestando i diritti della comunità.

Il cantiere è privo delle normali indicazioni circa il tipo di lavori, la durata, la ditta esecutrice. In compenso, però, la zona è presidiata da un notevole dispiegamento di Carabinieri e Polizia con camionette antisommossa, che alla nostra richiesta di informazioni si sono rifiutati di rispondere, spiegando di avere altre cose da fare e, nel caso dei Carabinieri, dicendo di rivolgerci all’ufficio stampa della Questura. Il comando di Polizia locale, invece, ha ammesso di non aver ricevuto alcuna informazione sull’attività connessa all’uso della trivella. Ma anche una volta informato, non si è preoccupato di effettuare i controlli normalmente previsti.
Questo scempio del territorio è stato legalizzato dalla legge urbanistica provinciale del 4 agosto, che all’articolo 78 individua gli interventi liberi, per la cui realizzazione non è richiesto alcun titolo abilitativo, e alla lettera j) include “le opere temporanee per attività di ricerca nel sottosuolo a carattere geognostico”. Una norma scritta su misura per il Tav del Brennero. L’unico consigliere che ha espresso voto contrario alla legge che dà carta bianca alle attività geognostiche è stato Filippo Degasperi. Il M5S è anche l’unica forza politica che si è recata sul luogo della trivellazione, a fianco dei cittadini: mentre gli altri partiti fanno finta opposizione e l’Osservatorio tanto decantato da Gilmozzi dimostra di essere solo una “foglia di fico” per mascherare la mancanza di informazione e trasparenza, noi ci mobilitiamo per la difesa dei beni comuni, del territorio e della legalità contro il Tav del Brennero.

Filippo Degasperi, consigliere provinciale M5S, e Riccardo Fraccaro, deputato M5S

Allegati:
Video con dichiarazioni di Filippo Degasperi
I
nterrogazione provinciale di Filippo Degasperi sulle trivelle e le indagini geognostiche (risposta dell’assessore Gilmozzi prevista entro il 4 novembre p.v.)

 

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: