Riccardo Fraccaro BLOG

Svendita Rai Way: intervista a IntelligoNews

Intelligo-news-300x287-1Riccardo Fraccaro, segretario dell’Ufficio di Presidenza della Camera che ha presentato la proposta di legge sul conflitto di interessi, parla a IntelligoNews del caso Rai Way e getta dei sospetti: “Appena un mese fa è partito l’acquisto delle azioni di Rai Way…”. Poi passa a trattare della ripresa del M5S nei sondaggi…

Guerra delle torri Rai-Mediaset. Qual è il rischio?

“Con questa svendita di Rai Way voluta dal Governo un’infrastruttura strategica per il Paese, come la rete di diffusione del segnale radiotelevisivo, rischia di passare sotto il controllo di Mediaset. Questo significa trasformare una risorsa pubblica in un monopolio privato, con una abnorme concentrazione di potere. Renzi ha insabbiato la proposta di legge del M5S sul conflitto di interessi per portare avanti il patto del Nazareno con Berlusconi e ora il pluralismo e la democrazia sono sotto attacco. Con la controriforma della Rai minacciata dal premier il controllo politico dell’informazione sarà assoluto. Noi lotteremo in Parlamento e nelle piazze contro questa deriva totalitaria, ma chiediamo a gran voce alle Authority di intervenire”.

C’è qualcuno che si è arricchito intorno a questa vicenda?

“A metà gennaio è partito l’acquisto delle azioni di Rai Way, che in un mese hanno aumentato a dismisura il proprio valore: certamente qualcuno ci ha speculato e si è arricchito a discapito dei cittadini, che rischiano di perdere un asset strategico pagato con le tasse di tutti. Il decreto del Governo sulla svendita di Rai Way è un regalo a Mediaset e un danno al Paese, l’operazione Nazareno Tv rappresenta in pieno una gestione scellerata del patrimonio pubblico che è la cartina di tornasole della politica al servizio degli affari e non del bene comune”.

Il MoVimento 5 Stelle ha annunciato un’interrogazione parlamentare. Obiettivo?

“L’obiettivo è costringere il Governo ad assumersi le proprie responsabilità, a partire dal taglio di 150 milioni di euro alla Rai per coprire il decreto sui famigerati 80 euro che ha costretto l’azienda pubblica a far cassa: l’unico modo era privatizzare l’infrastruttura Rai Way, consegnandola di fatto al principale concorrente Ei Towers. Con questo Governo si instaura un inciucio perenne tra pubblico e privato: grazie al premier, il pregiudicato Berlusconi si arricchisce e diventa socio della Rai. Nel caso di Renzi è proprio vero, chi trova un amico trova un tesoro”.

I sondaggi danno il M5S in ripresa. Apprezzata la vostra linea sul Capo dello Stato?

“I cittadini stanno anzitutto apprezzando il nostro impegno in Parlamento e nel Paese. Ci battiamo per tutelare il bene pubblico e stiamo ottenendo risultati straordinari per una forza di opposizione, diamo l’esempio concreto di ciò che è possibile realizzare con una classe dirigente libera e onesta. La nostra linea non cambia: l’obiettivo resta quello di contribuire a risollevare un Paese messo in ginocchio da decenni di malapolitica e malaffare, senza scendere a compromessi in nome della poltrona o avere preclusioni ideologiche frutto di calcoli elettorali. Dal Presidente Mattarella ci aspettiamo che risponda con i fatti alle nostre preoccupazioni sulle emergenze del Paese e sulla tenuta della democrazia parlamentare”.

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: