Riccardo Fraccaro BLOG

Svelato il gioco delle 3 carte sulla legge elettorale per truffare i cittadini! Il Pd sta bluffando, Mdp è complice

Sulla legge elettorale i partiti di maggioranza stanno facendo il gioco delle tre carte per truffare i cittadini, ne abbiamo le prove. A giugno, durante l’esame della proposta nota come Tedeschellum, è stato approvato l’emendamento Fraccaro-Biancofiore che estendeva la riforma anche al Trentino per evitare che diventasse il feudo dei potentati locali.

Il Pd, che pure ha impallinato la legge con i soliti franchi tiratori, ha accusato il M5S dichiarando di non poter più approvare il provvedimento senza il sostegno dell’Svp, che gli garantiva solo 3 voti al Senato.
Allora come mai il partito di Renzi adesso vuole approvare il Rosatellum anche senza avere il supporto di Mdp, che garantisce ben16 voti al Senato?

I conti non tornano. Quando la piccola Svp ha paventato di ritirare il proprio sostegno alla legge il Pd ha bloccato tutto, ora che è Mdp a minacciare di sfilarsi dalla maggioranza si va avanti comunque.

La verità è che avevamo ragione noi del MoVimento 5 Stelle, quella del Pd era solo una farsa: sondaggi alla mano, ha volutamente stoppato la legge elettorale alla tedesca per cercare una riforma più conveniente nella prospettiva dell’inciucio. A danno dei cittadini.

Ora che abbiamo svelato il trucco, Renzi deve chiederci scusa per le false accuse che ci ha rivolto e ammettere che vuole solo approvare una riforma in grado di eliminare il MoVimento 5 Stelle.

Anche a costo di votare l’ennesima porcata incostituzionale quale è il Rosatellum, che prevede ancora i parlamentari nominati e le pluricandidature, con il rischio di assegnare solo il 15% dei seggi ad una forza come il M5S che ha il 30% dei voti.

Mdp ha dichiarato che la legge è incostituzionale e serve solo a tagliare fuori noi e loro per favorire l’accordo tra Pd e Forza Italia. Allora siano coerenti: tolgano il sostegno al Governo se si va avanti con il Rosatellum, altrimenti sarà evidente che la nascita di Mdp non risponde a logiche politiche ma è solo un’operazione di poltrone. Il M5S continuerà a battersi per dare al Paese una legge elettorale democratica, in grado di coniugare rappresentanza e governabilità nell’interesse dei cittadini.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: