Riccardo Fraccaro BLOG

Soldi pubblici ai giornali: Renzi prometteva di tagliarli, ora invece li stanzia! Solo il M5S vuole abolirli

290915ImmagineNegli ultimi 10 anni i finanziamenti all’editoria hanno superato il miliardo e mezzo di euro. Soldi pubblici che i partiti usano per tenere al guinzaglio i giornali, trasformando il cane da guardia del potere in un segugio fedele. Ogni anno la casta sovvenziona direttamente i giornali con milioni di euro in cambio di una spudorata propaganda, sperperando le risorse dei cittadini per esercitare il controllo sull’informazione. Renzi ha sempre promesso di voler abolire il finanziamento pubblico all’editoria e il Pd, per salvare la faccia, ha presentato una proposta di legge sulla materia. Ma, come al solito, è una truffa semantica: dopo la finta abolizione delle Province, del finanziamento ai partiti e dei vitalizi ai condannati, arriva la legge truffa sui contributi pubblici all’editoria.

Il ddl del Pd prevede infatti di “escludere dal finanziamento gli organi di informazione dei partiti, dei movimenti politici e dei sindacati […] che non contribuiscano in modo prevalente e significativo alla funzione informativa di carattere generale in materia politica, economica e sociale”. Quindi basterà dare il certificato di funzione informativa ad un giornale per continuare a foraggiarlo. La proposta di legge delega il Governo a disciplinare la materia, quindi sarà ancora una volta tutto nelle mani di Palazzo Chigi. E intanto l’Italia continua a sprofondare nella classifica mondiale sulla libertà di informazione: quest’anno siamo al 73esimo posto, 24 posizioni in meno dello scorso anno, tra la Moldavia e il Nicaragua. Solo il M5S vuole abolire il finanziamento pubblico ai giornali perché solo noi vogliamo un’informazione libera e indipendente.

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: