Riccardo Fraccaro BLOG

Serodoli. Depositate 6.000 firme e sollecito risposta all’interrogazione

OLYMPUS DIGITAL CAMERAIeri sera sono intervenuto in chiusura di seduta per sollecitare una risposta all’interrogazione in difesa dell’area di Serodoli. Di seguito il video dell’intervento e il rapporto stenografico:


Per la risposta ad uno strumento del sindacato ispettivo (ore 22,27).

RICCARDO FRACCARO. Chiedo di parlare.

PRESIDENTE. Ne ha facoltà.

RICCARDO FRACCARO. Presidente, intervengo per sollecitare una risposta all’interrogazione n. 4-06014, deposita il 12 settembre scorso. Colgo l’occasione per segnalare che la giunta della provincia autonoma di Trento, con il comunicato n. 2413 del 29 settembre, ha espresso la volontà di sospendere l’ampliamento dell’area sciistica attorno a Serodoli, nel parco naturale Adamello Brenta, rilevando la necessità di affrontare il tema in un’ottica di revisione del piano urbanistico provinciale. La giunta ha sottolineato che al momento l’opera di devastazione dell’area naturale non è fattibile, dovendo attivare per la sua realizzazione una variante al piano urbanistico provinciale, che non è all’ordine del giorno.

L’aspetto preoccupante della presa di posizione della giunta provinciale è che, pur sospendendo l’opera, non è stato fatto alcun riferimento alla direttiva comunitaria per garantire la conservazione degli habitat naturali e seminaturali della flora e della fauna selvatica – direttiva n. 92/43/CEE – e alla direttiva che istituisce un quadro per l’azione comunitaria in materia di acque (direttiva n. 2000/60/CE).

Ricordo, inoltre, che oggi, 5 novembre, è stata depositata una petizione, presso il consiglio provinciale di Trento, che è sottoscritta da quasi 6.000 cittadini. È stata lanciata per difendere l’area di Serodoli e Nambino e per fermare l’espansione selvaggia delle aree sciistiche in provincia di Trento.

Anche alla luce dei recenti avvenimenti, chiedo al Governo di esprimere una posizione per quanto concerne il rispetto della normativa comunitaria e la tutela di un monumento naturale appartenente all’intera collettività, qual è l’area incontaminata di Serodoli.

PRESIDENTE. La Presidenza prende atto del sollecito e lo comunicherà, come sempre, al Governo.

Fonte: Rapporto stenografico 5 novembre 2014

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: