Riccardo Fraccaro BLOG

Sconfiggere il terrorismo archiviando l’economia del petrolio: da #Parigi2015 serve una svolta green

mappa-del-petrolio-CLAMOROSALa principale fonte di finanziamento dell’Isis è il contrabbando di petrolio: ogni giorno vengono estratti 80mila barili dalle zone che controlla, dalla vendita ricava 500 milioni di euro l’anno che ne fanno la più ricca organizzazione terroristica del mondo.

È l’oro nero la causa dell’instabilità geopolitica del Medio Oriente, in particolare dell’area che abbraccia Egitto, Iran, Siria, Iraq e Penisola arabica. In una zona di 10 milioni di abitanti, questa risorsa è concentrata in alcune piccole aree spopolate. Le monarchie petrolifere, dove vive appena il 10% della popolazione, detengono il 70% del Pil regionale: così una piccola minoranza controlla un’immensa ricchezza e lascia ampie fasce sociali in regime di semi-schiavitù, alimentando scenari di conflitto.

Per costruire la pace è allora necessario smantellare la struttura di potere economico e finanziario dello Stato islamico. Serve, per questo, un nuovo modello produttivo ed energetico. È necessario passare da un’economia lineare ad una circolare, ad una forma di sviluppo basata sull’utilizzo in larga scala delle risorse “fossil free”. In questo modo si potranno garantire la tutela ambientale e l’accesso energetico a tutte le popolazioni, ponendo le basi per la lotta ai cambiamenti climatici e alla fame nel mondo.

Puntare sulle fonti alternative e sul risparmio energetico consente di annichilire il potere destabilizzante che cova nel Medio Oriente. Il controllo del petrolio continuerà a scatenare guerre e terrorismo fin quando sarà alla base dell’economia occidentale. Il 30 novembre si aprirà la Conferenza Onu sul Clima COP21, proprio a Parigi. Non può esserci occasione migliore per un accordo vincolante e universale sulla transizione verso un modello di sviluppo verde e rinnovabile. Solo così ci potranno essere pace e democrazia. Basta co la politica fossile. E con i fossili della politica.

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: