Riccardo Fraccaro BLOG

Rifiuti e discariche: puntiamo sulla bonifica e sulla differenziata

Discarica-Sardagna-panorama«Sul tema dei rifiuti l’assessore Gilmozzi guarda avanti, forse troppo. È certamente positivo il fatto che nella sua intervista all’Adige di oggi (lunedì 31 agosto 2015) parli di “raccolta differenziata spinta”, di riuso e di superamento del rifiuto come concetto. Ma c’è una cosa che Gilmozzi non dice: ed è come saranno trattate le discariche attualmente presenti in Trentino». Questo il commento del deputato e portavoce del MoVimento 5 Stelle Riccardo Fraccaro alle dichiarazioni dell’assessore all’ambiente e infrastrutture Mauro Gilmozzi. «Gilmozzi – prosegue Fraccaro – sostiene che si tratti di un “problema temporaneo”. Al contrario, si tratta di situazioni al collasso, vere e proprie bombe a orologeria dal punto di vista ecologico, un pericolo serio e reale per la salute dei cittadini. Noi del MoVimento 5 Stelle lo stiamo evidenziando da tempo, a tutti i livelli della politica, dal Comune, al Consiglio provinciale, alla Camera dei Deputati. Sto parlando della discarica di Sardagna, che con le sue 285 mila tonnellate di rifiuti potenzialmente contaminati costituisce una minaccia alla salute dei circa mille abitanti della circoscrizione. Ma sto parlando anche della discarica abusiva nella ex cava di Monte Zaccon a Roncegno, la cui bonifica è prevista da una sentenza del Tribunale di Trento del 2011, ma su cui fino ad ora non si è mai proceduto. A differenza del Comune di Trento e della Provincia, che hanno adottato ambigue strategie di favoreggiamento e che, nel caso di Sardagna, erano persino favorevoli alla riapertura (dichiarata illegittima dalla Corte Costituzionale), noi del M5S consideriamo la salute dei cittadini e il territorio beni primari da difendere con i denti. Alla luce di questi fatti chiediamo che venga finalmente attuata l’unica opzione praticabile: la bonifica senza se e senza ma delle discariche pericolose attualmente presenti in Trentino».

Fraccaro chiude, infine, con una proposta costruttiva e di immediata applicazione: « La maggior parte dei rifiuti soldi urbani che finisce in discarica o nell’inceneritore è composta da materiali riciclabili e riutilizzabili. Dobbiamo, quindi, incentivare la raccolta differenziata e per farlo propongo di adottare anche in Provincia di Trento gli eco-compattatori, che in diversi comuni italiani su proposta del M5S sono già una realtà. Si tratta di un sistema incentivante di raccolta di imballaggi in plastica e alluminio attraverso speciali riciclatori automatici. Per ogni rifiuto correttamente differenziato, i cittadini ricevono voucher spendibili per acquisti sul territorio comunale nelle attività commerciali convenzionate. Una proposta interessante per ridurre il numero di rifiuti, i costi di smaltimento e assicurarsi che vengano avviati correttamente alla fase di recupero attraverso il coinvolgimento di tutta la cittadinanza, in una cultura più rispettosa dell’ambiente e della collettività».

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: