Riccardo Fraccaro BLOG

Renzi sbugiardato: diceva di non volere la legge Gasparri, ora la usa per occupare la Rai!

rairenziRenzi si appresta a trasformare la Rai nell’Eiar di mussoliniana memoria, dietro ai soliti slogan di facciata c’è la volontà precisa di rottamare gli interessi collettivi per controllare militarmente l’informazione. Infatti cinque mesi fa il nominato premier, nel solco della sua lunga e consolidata tradizione di incoerenze, aveva giurato che un pezzo della storia culturale del nostro Paese come la Rai non può mai e poi mai essere disciplinata da una legge che porta il nome di Gasparri. Ora, come al solito, i fatti si sono incaricati di sbugiardarlo: il Pd sta per lottizzare la Tv pubblica proprio con le regole scritte dall’ex ministro berlusconiano, nominando consiglio di amministrazione, direttore generale e presidente con la complicità degli altri partiti. Soprattutto di Forza Italia, ovviamente, l’altro contraente del sempreverde patto del Nazareno.

 

Altro che missione educativa del servizio pubblico, la Rai resta un servizietto privato della partitocrazia: appena sente parlare di cultura, Renzi mette mano alla Gasparri. E infatti, dopo aver occupato tutte le caselle, cambierà la riforma con una legge ancora peggiore: il ddl del Governo sulla tv pubblica sarà il colpo mortale per ogni spiraglio di pluralismo, indipendenza e libertà di informazione. Noi continueremo a batterci come sentinelle dei cittadini nelle istituzioni, smascherando ad una ad una le porcate con cui vogliono infestare il Paese. Chi ha ancora il vizio di votare Pd danneggia anche te, digli di smettere!

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: