Riccardo Fraccaro BLOG

Renzi contro la Corte dei Conti: niente più controlli sulle società partecipate, arriva il decreto salva-ladri! #PartitoDisonesti

190116_bÈ, di fatto, la depenalizzazione del danno erariale. Un colpo di spugna che cancellerà gli scandali legati a sprechi e ruberie negli enti locali, a partire da quelli di Mafia Capitale. Renzi sta per approvare una norma scandalosa che sottrae alla Corte dei Conti i poteri di controllo sulle società partecipate, un decreto salva-ladri che lascerà impuniti tutti gli abusi che colpiscono le risorse pubbliche. Sono intervenuto per denunciare questa vergogna e chiedere al Ministro Madia di riferire subito in Aula.

Domani il Consiglio dei Ministri esaminerà un provvedimento attuativo della riforma Madia che impedirà le indagini della magistratura contabile.
I membri dei consigli di amministrazione delle partecipate, infatti, saranno soggetti alle azioni civili di responsabilità previste dalla disciplina ordinaria delle società di capitali. La richiesta di risarcimento del danno erariale sarà quindi affidata esclusivamente ai soci delle partecipate: è come mettere la volpe a guardia del pollaio. Se la gestione criminale delle partecipate è il frutto della connivenza tra amministratori ed enti proprietari che li hanno scelti, le azioni di responsabilità resteranno lettera morta.

In questo modo vengono neutralizzate le funzioni giurisdizionali e di controllo della Corte dei Conti, che esercita un ruolo fondamentale nel recupero delle risorse pubbliche e il risarcimento dei relativi danni per milioni di euro.
Il nominato premier vuole condonare gli illeciti commessi nelle partecipate, proprio quei reati che hanno aperto le indagini sulla rete di corruzione del sistema Buzzi-Carminati. Se il decreto verrà approvato, la Corte dei Conti non potrà più indagare su questo e gli altri numerosissimi scandali che si verificano negli enti locali.
Il Pd sta tentando di mandare in fumo le indagini della magistratura contabile sulle partecipate, roccaforti del proprio sistema di potere marcio. Nessuno pagherà per lo sperpero dei soldi pubblici e gli esponenti renziani potranno fare campagna elettorale in pace. A partire da Giachetti a Roma. Il Partito Disonesti colpisce ancora, faremo una battaglia durissima contro quest’ennesima vergogna!

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: