Riccardo Fraccaro BLOG

Renzi annuncia l’inaugurazione della Salerno-RC, la stampa estera ride: è l’ennesima panzana del Bomba

imageRenzi si copre di ridicolo e mette in imbarazzo il nostro Paese, dopo vent’anni di berlusconismo ci ritroviamo con un altro piazzista al potere. Ormai le televendite del segretario Pd sono note anche all’estero: alla fine del tragicomico spettacolo sui due anni di governo, quando Renzi ha pensato di chiudere in bellezza annunciando l’inaugurazione della Salerno-Reggio Calabria, i giornalisti stranieri sono scoppiati a ridere. Sanno anche loro che è l’ennesima panzana del Bomba!

È da mezzo secolo che i cantieri dell’autostrada sono aperti, la riqualificazione è iniziata nel 1995, sono stati stanziati fiumi di soldi pubblici e la fine dei lavori è prevista per il 2020. Anticipare l’inaugurazione dell’autostrada al 22 dicembre significa che Renzi prepara il pacco di Natale e vuole varare la solita riforma con il trucco: il Governo ha infatti rinunciato a lavori per oltre 2 miliardi di euro, si riuscirà al massimo a tagliare il nastro di una cattedrale nel deserto.

Circa 50 chilometri della Salerno-Reggio Calabria resteranno così com’erano nel 1972, spariranno gli svincoli previsti e chiesti dalle comunità locali, interi tratti avranno carreggiate più strette del normale, nessuna corsia di emergenza e curve insidiose, si percorreranno pendenze troppo elevate con il limite di 80 km/h. È come inaugurare una casa con la struttura in cemento risalente a 50 anni fa, i tramezzi provvisori, i pavimenti dissestati e gli impianti non a norma, senza mobili e infissi. Al disonesto premier interessa solo mandare in onda l’ennesimo autospot, tanto pagano i cittadini. Facciamogliela pagare noi a partire dal referendum, restituiamo il Paese agli onesti!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: