Riccardo Fraccaro BLOG

Democrazia diretta. Fraccaro (M5S): depositata proposta di legge in materia di referendum per una concreta realizzazione del principio della partecipazione popolare

proposta di legge democrazia diretta“Una corretta regolamentazione dell’istituto referendario per liberare la politica dalla partitocrazia e per restituire la sovranità ai cittadini è l’obiettivo che il M5S vuole perseguire con questa proposta legislativa. L’idea originaria è scaturita da un’attenta disamina del rapporto virtuoso tra democrazia, prosperità economica e felicità dimostrato dai più recenti studi di carattere interdisciplinare ed è stata validata da un lungo iter partecipativo che ha coinvolto attivamente gli iscritti alla piattaforma Lex”. Lo dichiara il deputato del MoVimento 5 Stelle Riccardo Fraccaro.

“Per la redazione del testo ci siamo ispirati alle raccomandazioni della Commissione di Venezia del Consiglio d’Europa e soprattutto alle best practice in uso negli altri paesi occidentali in materia di democrazia diretta. E’ infatti ormai imprescindibile conformare la legislazione nazionale agli standard del diritto internazionale anche per quanto concerne la partecipazione popolare al procedimento di formazione delle leggi. I pilastri su cui abbiamo sviluppato la proposta sono quindi l’abolizione del quorum e l’introduzione dell’iniziativa popolare a voto popolare, del referendum confermativo facoltativo e del referendum confermativo obbligatorio per le modifiche costituzionali e per la ratifica dei trattati internazionali che prevedono la cessione di sovranità da parte dello Stato italiano”.

“E’ indubbio che, dopo un proficuo utilizzo nel periodo compreso fra il 1974 e l’inizio degli anni ’90, l’istituto referendario è stato ripetutamente svilito con sistematiche azioni di sabotaggio per mano dei partiti. Contrariamente a tale tendenza, il M5S si è invece prefissato di rilanciarlo per una concreta realizzazione del principio della partecipazione popolare. La nostra proposta di legge – conclude il deputato Fraccaro – mira a colmare un gap democratico che fu evidenziato già in fase costituente da Costantino Mortati e che anche il Governo Renzi, prima o poi, dovrà riconoscere”.

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: