Riccardo Fraccaro BLOG

Quello che i giornali non dicono: in 31 mesi ho restituito 133 mila euro ai cittadini

Immagine151215Per il secondo anno di seguito, la stampa locale cerca di attaccare il M5S pubblicando una notizia distorsiva della realtà sui redditi annuali da me percepiti per l’attività di parlamentare e io una volta per tutte vorrei fare chiarezza, dato che le somme indicate nella dichiarazione dei redditi non corrispondono effettivamente a quanto percepito. Secondo “L’Adige”, uno dei principali quotidiani del Trentino, nel 2014 io avrei percepito un reddito lordo di 96.980 euro. Il mio reddito netto, invece, è stato pari e 38.907,28 euro. Quello che L’Adige non dice, o dice solo in parte, è che ogni mese io restituisco ai cittadini metà del mio stipendio e oltre a ciò ho deciso di rinunciare completamente all’indennità aggiuntiva di Segretario dell’Ufficio di Presidenza, pari a 2.632 euro al mese, e ad ogni eccedenza risultante dai rimborsi spese (cioè le somme percepite e non utilizzate per vitto, alloggio, spese telefoniche e viaggi). Solo nel 2014 ho restituito ben 63.169 euro, di cui 23.172 euro di indennità parlamentare e 39.997 di rimborsi spese non utilizzati. Questa somma si aggiunge ai 36.389 euro restituiti nel 2013 e ai 33.767 nel 2015 (fino a settembre), per un totale di 133,326.89 euro (pari a 258.156.857,30 di vecchie lire) restituiti in 31 mesi di attività parlamentare.

Dove vanno a finire questi soldi? Nel fondo per il Microcredito 5 Stelle, che ha permesso la nascita di quasi mille progetti imprenditoriali e di cui hanno già cominciato a beneficiare diverse pmi in Italia e anche in Trentino. Soldi pubblici che ritornano a beneficio della collettività. I portavoce M5S fanno politica non per migliorare il proprio conto in banca, ma per migliorare il Paese. Noi possiamo dirlo e possiamo anche dimostrarlo, le altre forze politiche di certo non possono fare altrettanto!

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: