Riccardo Fraccaro BLOG

Progetto Life Ursus: Dallapiccola e la Pat colpevoli di una gestione scellerata

Progetto Life Ursus- Dallapiccola e la Pat«Un anno fa esplodeva il “caso Daniza”. Ieri Dallapiccola ha annunciato sulla stampa la nascita di una “task force” con il Ministero dell’ambiente e l’Ispra per la “gestione dell’emergenza da orsi”. Un po’ tardi per cominciare a occuparsi del problema, visto che un tavolo di confronto con il Ministero il MoVimento 5 Stelle lo aveva proposto già l’anno scorso. Il proclama entusiasta di Dallapiccola è l’ennesima conferma della lentezza e superficialità del Governo provinciale su questo come su altri temi. È evidente la mancanza di una visione politica non solo sul progetto Life Ursus, ma anche sull’inquinamento, sui pesticidi, sugli ospedali, sulla Valdastico. Anziché governare, questi politici si lasciano trascinare dagli eventi, rincorrono le emergenze, arrancano tristemente aggrappati alla loro poltrona».

Lo dichiara il deputato M5S Riccardo Fraccaro, che ricorda: «Con l’interrogazione presentata alla Camera il 12 settembre 2014 e ancora in attesa di risposta, chiedevamo di istituire un tavolo di confronto tra il Ministero e la Provincia di Trento, coinvolgendo i rappresentanti dei comuni, dei territori, delle associazioni ambientaliste e di categoria per discutere dell’accaduto e per garantire una corretta gestione del progetto. La delibera della Provincia, invece, parla genericamente di un Tavolo di partecipazione e informazione che coinvolga gli “stakeholder territoriali”, ma non specifica chi saranno tali soggetti e quali azioni si intenda mettere in atto. Alla reazione maldestra e muscolare adottata nei confronti dell’orsa Daniza, non è poi seguita un’azione integrata e coerente per la gestione dell’orso in Trentino, tant’è vero che nel frattempo si sono verificati altri episodi di aggressione all’uomo. E nulla ancora si sa nemmeno dei corridoi ecologici previsti dal progetto Life Ursus per favorire, senza incidenti o incontri con umani, i movimenti naturali degli orsi, che ora si concentrano nel Trentino occidentale, area dove sono avvenuti gli incontri e gli episodi di aggressione».

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: