Riccardo Fraccaro BLOG

Ospedali trentini, Fraccaro (M5S): su orari di lavoro dei medici da Zeni solo dichiarazioni di comodo. Deve dire chiaramente se intende far rispettare la norma

lucazeni_ugorossi“Dichiarazioni di comodo in un politichese troppo generico, quelle dell’assessore Luca Zeni sui nuovi orari degli ospedali trentini. L’assessore è tutto concentrato a rassicurare sul fatto che nessuna struttura verrà chiusa, al punto da dimenticare l’aspetto centrale della questione: ovvero, il rispetto della direttiva europea. La norma che prevede 11 ore di riposo, infatti, vale per l’Italia e vale anche per la nostra Provincia. Quindi, Zeni deve spiegare in maniera chiara se è sua intenzione oppure no ottemperare alla norma. Altre deroghe non sono più ammissibili. In particolare, l’assessore deve chiarire se e come intende far rispettare la norma delle 11 ore di riposo tra un turno e l’altro a quei primari che, al lavoro nelle strutture pubbliche, affiancano spesso e volentieri una massiccia attività di visite in regime di libera professione». Lo dichiara in una nota il deputato M5S Riccardo Fraccaro.

“Al tempo stesso – prosegue Fraccaro –, per garantire il funzionamento dei reparti e delle strutture a tutti i livelli e al contempo la massima sicurezza degli ospedali trentini, di fronte a una assai probabile carenza di personale medico e infermieristico, c’è una sola strada da seguire: procedere con nuove assunzioni.  Una proposta che il M5S sta portando avanti anche a livello nazionale, con una mozione per lo sblocco del turnover approvata all’unanimità alla Camera lo scorso giugno. Le non-soluzioni prospettate da Zeni, dalla chiusura notturna di alcune sedi ospedaliere alla non meglio specificata “mobilità provinciale”, prevedono la cancellazione di turni di lavoro e il depotenziamento di alcuni reparti, con tutte le conseguenze che ne derivano e che incidono, come sempre negativamente, sulla salute e sulla sicurezza dei cittadini”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: