Riccardo Fraccaro BLOG

Legge appalti Bolzano: odg M5S per premiare le aziende che utilizzano manodopera locale e prodotti da filiera corta o a km 0

Baustelle-2Valorizzare concretamente le Pmi locali introducendo misure di sostegno e meccanismi premiali per quelle imprese che nell’esecuzione degli appalti pubblici si impegnano ad avvalersi di manodopera e personale locale e ad utilizzare beni e prodotti da filiera corta o a chilometro zero. Questo, in sintesi, il cuore della richiesta che il consigliere provinciale M5S Paul Köllensperger si appresta a presentare in consiglio provinciale, impegnato in queste ore a discutere il ddl 57/15 sugli appalti pubblici, come necessario completamento dell’articolo 35 sulla “Sostenibilità e criteri sociali”. Köllensperger ha presentato uno specifico ordine del giorno, che ricalca quello analogo de deputato Riccardo Fraccaro approvato in Parlamento nelle scorse settimane.

«Si tratta di due principi importantissimi per tutelare concretamente le Pmi e i lavoratori locali – spiegano i portavoce pentastellati –, ma anche la qualità delle opere e l’ambiente. Non è accettabile e nemmeno logico che la Provincia di Bolzano si accontenti del minimo indispensabile e faccia meno rispetto a quanto ottenuto con la riforma appalti a livello nazionale. La nostra Autonomia va utilizzata, come in questo caso, per tutelare l’economia e le imprese del territorio, introducendo garanzie effettive per le imprese e i lavoratori locali, ma anche per la salute dei cittadini e l’ambiente. Le politiche commerciali dell’Ue non hanno fatto che penalizzare le nostre Pmi a tutto vantaggio delle multinazionali, trasferendo ricchezza dalle periferie ai grossi gruppi di impresa, mentre gli ingenti volumi di traffico hanno aumentato il tasso di emissioni nocive».

«Un trend che abbiamo il dovere di invertire – ribadiscono Fraccaro e Köllensperger – e con il nostro Odg possiamo farlo: grazie alla nostra proposta sarà possibile introdurre nel sistema di assegnazione degli appalti pubblici criteri preferenziali per le aziende che rispettano l’ambiente e che scelgono lavoratori locali. In questo modo si valorizzano concretamente le eccellenze territoriali della produzione, tutelando il bene comune e il territorio».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: