Riccardo Fraccaro BLOG

L’appello di Anita Garibaldi per i diritti popolari e per la tutela della Piana di Santa Lucia

Oggi ho avuto il piacere di conoscere Anita Garibaldi, pronipote dell’eroe nazionale Giuseppe. Anita ha voluto ringraziare i portavoce del M5S per essersi prodigati per il riconoscimento del diritto a promuovere referendum e per la tutela della Piana di Santa Lucia, teatro nella Terza Guerra d’Indipendenza dell’epica battaglia di Bezzecca.

L’estate scorsa, diverse figure della società civile hanno chiesto all’amministrazione comunale di Ledro di rilanciare la memoria storica e la difesa della piana dalla minaccia della cementificazione. Le istanze civiche, la lettera di Anita, una petizione popolare e ben tre quesiti referendari, non sono stati però tenuti in considerazione nell’istruttoria che ha concesso una deroga urbanistica al piano regolatore e il rilascio dell’autorizzazione edilizia per la costruzione di una stalla.

Ma non tutto è perduto. Il Tribunale di Rovereto ha infatti accolto integralmente il ricorso d’urgenza presentato dal comitato referendario riconoscendo il diritto di ottenere dal comitato dei garanti per le consultazioni referendarie del comune di Ledro che lo stesso si pronunci sui tre quesiti referendari avendo il comitato l’obbligo giuridico di pronunciarsi motivatamente sull’ammissibilità dei quesiti. È stato inoltre presentato un ricorso al Tar di Trento per chiedere l’annullamento della delibera consiliare che ha concesso la deroga urbanistica e del provvedimento per il rilascio dell’autorizzazione edilizia.

Ora la prospettiva di ridefinire le politiche urbanistiche e di sviluppo della piana coinvolgendo direttamente i cittadini residenti nella decisione è di nuovo percorribile grazie all’impegno dei cittadini e al M5S che ha saputo far approvare nel corso della legislatura una legge sui referendum comunali. È per questo che ho voluto raccogliere l’appello di Anita, che ha auspicato un referendum locale con il quale i cittadini possano decidere il futuro della Piana di Santa Lucia tenendo in considerazione la possibilità costruire un cippo per ricordare il sacrificio di coloro che perirono nella battaglia e il rilancio turistico dell’area.

Commenta qui

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: