Riccardo Fraccaro BLOG

La Boldrini getta alle ortiche la divisa da arbitro

o-BOLDRINI-BALDELLI-facebookLa presidente Boldrini ha definitivamente gettato alle ortiche la divisa da arbitro per indossare con fervore da ultrà la maglia della squadra di Letta-Napolitano. Sul banco della Presidenza della Camera ha sempre fatto sventolare la bandiera del Governo, gestendo in modo fazioso i lavori dell’aula e facendo un tifo sfegatato per la maggioranza. Oggi ha superato se stessa, scendendo apertamente in campo per unirsi al catenaccio in difesa del dl Imu-Bankitalia: arrivare a sostenere che chi si oppone a questo provvedimento, come sta facendo il M5S, farà pagare l’Imu agli italiani significa calpestare il ruolo delle minoranze parlementari per consentire all’Esecutivo e alla maggioranza di mettere a segno un golpe politico-finanziario. Il provvedimento, infatti, svende la Banca nazionale agli interessi privati e non abolisce neppure totalmente la seconda rata dell’Imu: se il Comune di riferimento ha elevato le aliquote, lo Stato partecipa alle spese per la soppressione di questo aumento ma solo fino al 60 per cento. Il restante 40 per cento è a carico dei cittadini, si tratta di circa 400 milioni di euro: è vergognoso che il Governo non sia in grado di recuperare questa somma quando, con lo stesso provvedimento, regala 7,5 miliardi alle banche private!

Un Presidente della Camera, che deve garantire tutte le forze politiche, non può permettersi di parteggiare così scandalosamente per la maggioranza. Peraltro, siamo l’unica vera opposizione in Parlamento e abbiamo il diritto e il dovere di fare il possibile per evitare questa porcata. Ma la Boldrini promette, per giunta, che non ricorrerà alla tagliola se il M5S smetterà di fare costruzionismo contro un decreto infame: vorrei ricordare che non ci fa mica un favore, sarebbe una responsabilità gravissima di fronte al paese colpire a morte la democrazia troncando per la prima volta nella storia il dibattito parlamentare. Dovrebbe piuttosto rende conto ai cittadini del suo operato, ma io credo che ci penserà la storia a ricordarla come il peggior presidente che il Parlamento abbia conosciuto. Noi andremo avanti, non ci arrenderemo mai.

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: