Riccardo Fraccaro BLOG

Italia al 77esimo posto per libertà di stampa. È ciò che Renzi vuole: l’informazione al guinzaglio

200416L’Italia precipita ancora nella classifica mondiale sulla libertà di stampa, perdendo 4 posizioni rispetto al 2015 e collocandosi al 77esimo posto. Peggio di Paesi come il Botswana, l’Armenia e la Moldavia, in fondo alla lista degli Stati europei e a pieno titolo in regime di semi-libertà di informazione. È la fotografia impietosa di Reporters sans frontières nell’era Renzi.

Il rapporto dell’ong parla, in generale, di un clima di tensioni che si aggiunge alle attività di lobbying e persuasione di Stati e interessi privati sulle redazioni. In particolare, in Italia i giornalisti che indagano su corruzione e mafia sono quelli più presi di mira.
Intimidazioni e pressioni sono gli strumenti che il potere usa per asservire la stampa e Renzi non fa altro che alimentare questo sistema, perché è esattamente ciò che vuole: tenere l’informazione al guinzaglio. Il Governo ha messo in piedi una poderosa macchina di propaganda in grado di opprimere ogni voce fuori dal coro e salvare chi segue la linea di fedeltà al regime.
È fondamentale allora coltivare la propria coscienza critica, cercare fonti alternative e sfruttare l’intelligenza collettiva della rete. Il M5S vuole tutelare la libertà di informazione, fondamentale per la democrazia, tutelando i professionisti con la schiena dritta ed eliminando i finanziamenti all’editoria che sono la prima vera arma di condizionamento. Il giornalismo non potrà mai controllare il potere se il potere controlla il giornalismo.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: