Riccardo Fraccaro BLOG

In Francia i sindacati lottano contro il JobsAct, in Italia si siedono a tavola mentre vengono smantellati i diritti

240516Tutte e otto le raffinerie francesi oggi si sono fermate, con un blocco totale delle attività. È il culmine delle proteste in Francia contro la “Loi travail” voluta da Hollande, vere e proprie barricate che seguono l’occupazione delle piazze e preannunciano lo sciopero generale in difesa dei diritti. I sindacati francesi lottano strenuamente contro la riforma del lavoro simile a quella già imposta da Renzi in Italia. E la mobilitazione dei cittadini è direttamente proporzionale all’impegno delle forze sociali.

 

I nostri sindacati, invece, oggi si sono seduti a tavola in un sereno clima di confronto con gli inquilini di Palazzo Chigi. È questo il massimo sforzo dei sedicenti portavoce dei lavoratori, andare a braccetto con il Governo che sta portando avanti lo smantellamento dei diritti.
Prima il silenzio totale sulla riforma Fornero, passata senza proteste, poi sul Jobs Act che non ha subìto nemmeno l’ombra di uno sciopero. I sindacati italiani giocano ormai di sponda con il potere e sono a pieno titolo complici dell’azzeramento del Welfare.

 

È evidente che servono nuove forme di rappresentanza in grado di garantire l’applicazione dei principi democratici anche all’ambito delle tutele lavorative. Il M5S fa la sua parte, a differenza dei sindacati, e va anche oltre: noi stiamo combattendo pancia a terra in difesa dei cittadini onesti. E non molleremo mai.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: