Riccardo Fraccaro BLOG

Il Rosatellum è un mostro giuridico, il Pd uno zombie politico. Massacrano la democrazia. Tutti in piazza!

Il Rosatellum bis è il colpo di coda del Pd, un atto disperato e spregiudicato sul piano politico e istituzionale messo in atto da un partito ormai finito che vuole imbalsamarsi al potere.

Un partito di nominati, che ha calpestato la democrazia dall’inizio della legislatura, impone con il voto di fiducia una legge elettorale incostituzionale.
Un partito che ha cambiato tre premier e ha la maggioranza solo grazie a larghe intese e voltagabbana sta approvando una riforma fatta solo per eliminare il MoVimento 5 Stelle.
Un partito di franchi tiratori, che non può nemmeno contare sui propri numeri, sta sottraendo agli italiani la possibilità di scegliere.

Con questa legge i cittadini non potranno disgiungere il voto: cioè se l’elettore vota per il candidato nel collegio si considera che abbia votato anche per la lista e viceversa, in aperto contrasto con i dettami costituzionali sul voto personale e diretto (artt. 48 e 56 Cost). Le liste sono integralmente bloccate, quindi non ci sono le preferenze. Vengono infine previste le odiose pluricandidature.
Questo significa che si favoriscono le clientele, la frammentazione politica e il potere dei capi nel fare le liste. Il Pd è riuscito a racchiudere i tre principali difetti dei sistemi elettorali in un’unica legge.

Con questa legge vengono imposte le ammucchiate come metodo politico: i partiti possono coalizzarsi anche avendo programmi e leader in contrasto tra di loro, lo scopo è quello di massimizzare i seggi. Viene inoltre previsto l’obbligo per le forze politiche sotto il 10% di confluire negli schieramenti di centrodestra o centrosinistra, costringendo alle coalizioni forzate e favorendo il proliferare di partitini e listarelle.
Questo significa che si vuole imporre ai cittadini un governo Renzi-Berlusconi, dando la maggioranza a chi perde le elezioni. Il Pd scardina le regole democratiche pur di annientare il MoVimento 5 Stelle.

Con questa legge il disegno dei collegi sarà determinato dal Governo con un decreto legislativo, sulla base dei lavori di una Commissione nominata dal Governo stesso: è una procedura antidemocratica che consentirà di favorire una forza politica a discapito di un’altra.

Il Rosatellum bis è un mostro giuridico, politico e istituzionale che non garantirà rappresentanza né governabilità, ma servirà solo a ribaltare la volontà popolare sottraendo seggi al MoVimento 5 Stelle per darli alle altre forze politiche.

È scandaloso che le cosiddette opposizioni, a partire dalla Lega, abbiano avallato questo scempio in cambio di qualche poltrona. Salvini si sta rendendo complice di una congiura di palazzo per sottrarre la sovranità ai cittadini e consegnarla nelle mani dei partiti.

Siamo di fronte ad un atto sovversivo, un golpe bianco fatto dall’interno delle istituzioni per mano di chi dovrebbe difenderle: sono dei traditori della democrazia, costretti a ricorrere al voto di fiducia per nominarsi due terzi del parlamento, stravolgere il voto dei cittadini e accaparrarsi la maggioranza dei seggi escludendo per legge il MoVimento 5 Stelle.

Il Pd è un Partito Defunto, sono degli zombie politici che stanno cannibalizzando la democrazia. Vogliono rimanere in piedi solo grazie ai dei riti vudù, ma lo stanno facendo senza il sostegno dei cittadini: noi gli impediremo ancora una volta di distruggere le nostre istituzioni. Tutti in piazza!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: