Riccardo Fraccaro BLOG

Il Pd promuove l’astensione al referendum sulle trivelle: Renzi teme la democrazia! #IoVotoSì

CdsL6ScWAAAJOgmIl Governo dei rottami fossili dimostra ancora una volta di essere al servizio dei poteri forti e non dei cittadini: l’autorizzazione alle trivellazioni selvagge, imposta con il decreto Sfascia Italia, consentirà alle multinazionali petrolifere di saccheggiare le nostre risorse naturali e devastare l’ambiente. Come previsto dalla Costituzione, contro questa decisione è stato promosso un referendum che rappresenta lo strumento fondamentale per esprimere direttamente la volontà popolare. Ma il nominato premier sta facendo di tutto per boicottarlo perché teme la democrazia!

Prima il Governo si è opposto all’Election Day, che avrebbe consentito di accorpare il referendum alle amministrative risparmiando 300 milioni di euro. Poi il Pd, calpestando gli stessi membri del partito, i governatori delle Regioni e i cittadini, ha deciso di promuovere l’astensione e invitare tutti ad andare al mare il 17 aprile. Certo, prima che venga avvelenato perennemente dalle trivelle. E i dirigenti renziani Guerini e Serracchiani si sono spinti perfino a definire inutile il voto referendario!

La necessità di archiviare la devastante politica energetica basata sul petrolio deve rappresentare una priorità per il nostro Paese, il M5S vuole puntare su fonti alternative, verdi e rinnovabili per garantire un futuro sostenibile. Per questo ci impegneremo con ogni mezzo a portare avanti il referendum contro le trivellazioni e liberarci da questa dittatura fossile!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: