Riccardo Fraccaro BLOG

Il Pd ha paura dei giovani

giovaniL’Italicum è una legge ad castam, fatta ad immagine e somiglianza del sistema di potere chiuso e autoreferenziale dei partiti. Con la controriforma elettorale il Pd vuole imbalsamarsi alle poltrone negando ai cittadini il diritto di scegliere i propri rappresentati, partecipare attivamente alla vita politica e decidere del proprio futuro. L’arma segreta dell’Italicum è proprio la cancellazione del diritto di voto per le nuove generazioni che si sonotrasferite fuori dal nostro Paese: i cittadini italiani che, per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano all’estero da almeno tre mesi possono optare di votare per corrispondenza ma solo per eleggere i 12 deputati della circoscrizione Estero e non i rappresentanti del proprio collegio di residenza.

 

 

Basta leggere il comma 37 dell’articolo 2 della controriforma elettorale, che introduce un nuovo articolo 4-bis alla legge 27 dicembre 2001, n. 459. Ma c’è anche di peggio: gli italiani che si trovano all’estero non potranno nemmeno esprimere il proprio voto per il ballottaggio e l’attribuzione del premio di maggioranza! Tutti gli studenti Erasmus che si stanno formando sul territorio europeo, i giovani che si sono trasferiti fuori dall’Italia per lavorare e i cervelli costretti a fuggire all’estero da questa classe politica corrotta non potranno decidere le sorti del loro Paese. Dalle parti del Nazareno hanno sicuramente letto con preoccupazione i più recenti sondaggi, che confermano come il M5S sia la prima forza politica tra i giovani: il PD ne ha paura e vuole soffocare nella culla il futuro del nostro Paese. L’Italicum è una legge liberticida che calpesta il principio dell’uguaglianza del voto, condannando all’esilio politico le nuove generazioni. Codardi! Non riusciranno ad impedire il cambiamento: “potranno recidere tutti i fiori, ma non potranno fermare la primavera” (P. Neruda).

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: