Riccardo Fraccaro BLOG

Il M5S aspetta la prova dei fatti e Renzi incontra di nuovo Berlusconi di nascosto: ora basta, sveli il patto del Nazareno

tanaLe controriforme che da mesi tengono impegnato il Parlamento si basano sugli accordi segreti tra Renzi e Berlusconi. Le Camere sono costrette a lavorare sulle modifiche alla Costituzione senza conoscere i termini reali della profonda sintonia tra Pd e Forza Italia. Soprattutto, gli italiani sono tenuti all’oscuro di questo patto del Nazareno che rischia di sconvolgere gli equilibri istituzionali e democratici. Il Presidente del Consiglio ha il dovere di svelarne fino in fondo i contenuti: ha l’obbligo politico e morale di dire agli italiani cosa prevede esattamente la trattativa Governo-Caimano.

 

Il disegno autoritario stilato dal duo Boschi-Verdini prevede una legge elettorale senza preferenze e con un abnorme premio di maggioranza, la trasformazione del Senato in un circolo privato della casta di nominati e impuniti, un Esecutivo che concentra tutti i poteri nelle proprie mani a discapito delle prerogative dell’opposizione parlamentare, la riforma politica di Csm e Corte Costituzionale, un Capo dello Stato assoggettato al premier e lo scippo dei referendum e delle leggi di iniziativa popolare. Di fatto, è un copia e incolla del piano di Licio Gelli che trova in Renzi e Berlusconi due fedeli esecutori.

 


Ma il patto prevede anche altro: Forza Italia, che formalmente è all’opposizione, ha promesso i propri voti alle riforme in cambio di una grossa contropartita. Sono trapelati, da dichiarazioni e prese di posizione dei berlusconiani, precisi riferimenti alla giustizia e al conflitto di interessi che il segretario del Pd si è impegnato a soddisfare. Perché, è evidente, l’accordo non si regge su una convergenza politica trasparente ma sui ricatti e i veti incrociati che legano Renzi e Berlusconi a doppio filo.


Toti, il consigliere politico del pregiudicato, ha affermato chiaramente che esiste un documento scritto, un vero e proprio contratto con il quale le parti hanno messo nero su bianco questo vincolo reciproco. Poiché non si tratta di una faccenda privata, in quanto tutto il Paese è costretto a subirne le conseguenze, è doveroso rivelare una volta per tutte le clausole occulte del patto del Nazareno. Il M5S ha stanato l’inciucio chiedendo la prova dei fatti, con il voto in Aula e alla luce del sole, e Renzi incontra ancora una volta di nascosto Berlusconi per farsi garantire i suoi voti. In cambio di cosa? Il premier deve tirare fuori il patto del Nazareno e rivelare ai cittadini ciò che sta nascondendo: se sta contrabbandando le controriforme con le leggi ad personam, il suo ruolo gli impone di confessarlo e assumersene la responsabilità! #tanapermatteo

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: