Riccardo Fraccaro BLOG

Il conflitto di disinteresse. Renzi fa carte false per salvare Berlusconi, ecco le prove: si dimetta!

imageAncora una volta, Renzi calpesta la Costituzione su cui ha giurato pur di dimostrare assoluta fedeltà al patto del Nazareno firmato col pregiudicato: la Presidenza del Consiglio ha prodotto una scandalosa relazione tecnica sul conflitto di interessi che è stata respinta con perdite dalla Ragioneria di Stato. Una strategia dell’inciucio che infanga le nostre istituzioni, portata avanti da Renzi in persona per salvare Berlusconi. Il provvedimento è fermo in attesa del parere della Commissione Bilancio, che a questo scopo ha chiesto a Palazzo Chigi una relazione tecnica. Dopo le nostre continue pressioni, il documento è stato prodotto ma non ha passato il vaglio della Ragioneria di Stato, che lo ha definito non conforme e contraddittorio. Una relazione lacunosa, insufficiente e scritta a bella posta con i piedi per continuare a traccheggiare sul conflitto di interessi: una vergogna inaudita!

 

 

 

Qui il documento completo. È evidente che la Presidenza del Consiglio è in malafede e dimostra solo il suo conflitto di disinteresse: visto che si dichiara incapace di appurare semplicemente oneri, spese e relative coperture del provvedimento, Renzi si dimetta. È da oltre un anno che lottiamo per approvare una legge degna di una democrazia compiuta. Privare l’Italia di una disciplina seria e incisiva sul conflitto di interessi mina alle fondamenta la credibilità del nostro sistema produttivo, con effetti micidiali in termini di investimenti, posti di lavoro e fiducia nelle istituzioni. Non solo il Pd ha messo in atto un vero e proprio blitz per approvare nottetempo il testo sul conflitto di interessi scritto da Forza Italia, ma ha anche votato il mandato di relatore al berlusconiano Sisto. Ora la ragioneria di Stato boccia la relazione tecnica che la Commissione Bilancio ha chiesto alla Presidenza del Consiglio per emettere il parare sul testo base. È chiaro che Renzi sta facendo carte false pur di bloccare l’iter della legge e lasciarla riposare in pace. Con quest’ennesima porcata ad personam, il conflitto di interessi continuerà a rimanere un tabù inviolabile con enormi conseguenze per il tessuto politico ed economico. Renzusconi sta facendo implodere il sistema Paese, gli elettori del centrosinistra aprano gli occhi.

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: