Riccardo Fraccaro BLOG

I parlamentari vanno in pensione a 60 anni con due sole legislature: il Pd nasconde la verità e difende i privilegi

061015ImmagineI partiti cercano di ingannare i cittadini nascondendo sempre la verità, è questo che gli consente di mantenere intatti sprechi e privilegi. Ieri a Quinta Colonna l’esponente Pd Simona Malpezzi ha affermato che il vitalizio è stato abolito e che i deputati non lo intascheranno. Nessun privilegio insomma, ora il Parlamento ha cambiato verso. Peccato però che sia passato dalla padella alla brace: ciò che il Pd omette di dire è che i parlamentari possono andare in pensione a 65 anni con una sola legislatura. Per giunta, questa soglia si abbassa di un anno per ogni anno in più trascorso in Parlamento, fino a poter intascare un assegno di 2.300 euro al mese già 60 anni con due sole legislature! Alla faccia dei comuni mortali vessati dalla criminale legge Fornero, che il Pd ha votato e Renzi non vuole abrogare: preferisce difendere la casta che lo ha nominato.

È vergognoso imporre ai cittadini di lavorare oltre 40 anni per intascare una pensione da fame, mentre con due sole legislatura si portano a casa assegni d’oro già a 60 anni. Se i partiti volessero davvero fare gli interessi della collettività, e non i propri, basterebbe approvare le nostre proposte in Parlamento. Il M5S propone dall’inizio della legislatura di abolire i vitalizi a tutti i livelli, sia per i politici in carica che per gli ex, cancellando finalmente ogni privilegio. Ma il Pd, ovviamente, ha sempre votato contro. Solo una comunità di persone oneste può smascherare le bugie della casta, solo con un Governo di cittadini si potranno cancellare le ingiustizie su cui si regge la partitocrazia.

Il video di Quinta Colonna

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: