Riccardo Fraccaro BLOG

Grecia. I Tribunali della Pace decretano l’immoralità del debito con garanzia sulla persona

debitoDopo il primo drammatico racconto, Dario Tulipano ci pone all’attenzione un altro spaccato della crisi economica e sociale che sta attanagliando il popolo greco in una morsa opprimente. Questa volta Dario ci parla delle recenti sentenze dei Tribunali della Pace, i quali non hanno fatto altro che applicare quello che gli antichi giuristi avevano proposto più di duemila anni fa. Non dovremmo guardare solo a Bruxelles e a Francoforte perchè nessuno deve rimanere indietro. Anche la Grecia è Europa. Ce lo insegna la storia.

Ecco il racconto di Dario:

Solone

Ειρηνοδικείο (Irinodikìo) letteralmente tribunale della pace. Così in Grecia si chiama il giudice di pace. Di fatto ha portato pace e serenità a quattro cittadini strozzati dalle banche. Ecco i fatti: il giudice di pace di Chalàndri, quartiere periferico a nord ovest di Atene, ha stabilito la totale cancellazione del debito di un 43enne padre di famiglia separato con 600 Euro di reddito mensile. Il tribunale della pace ha giudicato illegale l’ipoteca che la banca ha posto sulla prima abitazione come sancito dall’articolo 9 della Legge 3863/2010 secondo la quale “nessuna situazione debitoria deve compromettere la partecipazione attiva del cittadino debitore alla vita economica e sociale del Paese.” Per lo stesso principio, lo stesso tribunale ha cancellato il debito di 366.238 Euro che un contadino di 57 anni con un reddito mensile di 765 Euro doveva alle banche. La stessa decisione è stata presa dai giudici di pace di Marussi e di Nemea. Viene riconosciuta per legge l’immoralità di un debito, qualora questo impedisca la partecipazione attiva alla vita economica e sociale di un paese. Nel 591 a.C. il nomoteta ateniese Solone propose lo sgravio, o meglio, l’estinzione dei debiti, facendo approvare una legge che obbligava ogni creditore a condonare i debiti esistenti e imponeva, per il futuro, che nessuno prestasse danaro con garanzia sulla persona del debitore. La storia è sempre maestra di vita e spesso insegna ad una classe (politica) distratta o indifferente.

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: