Riccardo Fraccaro BLOG

Ghigliottina in Costituzione ed esproprio pdl iniziativa popolare, golpe della Casta

sala_costituzione_05“I partiti hanno messo a segno un vero e proprio golpe: portare da 50mila a ben 250mila le firme necessarie per presentare proposte di legge di iniziativa popolare ed inserire la ghigliottina addirittura in Costituzione significa ferire a morte la democrazia”. Lo scrive sul suo blog il deputato M5S della Commissione Affari Costituzionali, Riccardo Fraccaro. “L’emendamento dei relatori al testo sulle controriforme inconstituzionali – aggiunge – che aumenta di ben 5 volte il numero di firme necessarie è fortemente lesivo del diritto dei cittadini di esercitare l’iniziativa delle leggi. Con l’introduzione di una corsia preferenziale per i decreti del Governo, poi, anche il Parlamento viene espropriato della funzione legislativa. Renzi è direttamente responsabile di questo colpo di mano. Noi faremo resistenza. Una maggioranza parlamentare di nominati, inquisiti e condannati fondata sull’inciucio sta scardinando la Costituzione per riscriverla ad uso e consumo del sistema partitocratico. Questa ammucchiata di stupratori della democrazia vuole instaurare un vero e proprio regime, rovesciando definitivamente il governo del popolo e la Repubblica Parlamentare. È un blitz della casta che non resterà impunito. L’istituto delle leggi di iniziativa popolare – prosegue Fraccaro – è un fondamentale e irrinunciabile strumento con cui i cittadini possono esercitare la sovranità stabilita dalla nostra Carta fondamentale. Ora neppure il Parlamento avrà più voce in capitolo, sarà commissariato dal Governo che potrà imporre d’imperio l’approvazione dei disegni di legge governativi entro 60 giorni. I partiti occupano abusivamente le istituzioni, invece di metterle al servizio della collettività, per piegarle ai propri interessi personali ed esercitare un potere illegittimo. La democrazia diretta va rafforzata stabilendo obbligatorietà e tempi brevi per la discussione per le leggi di iniziativa popolare ed introducendo i referendum propositivi, abrogativi e confermativi senza quorum. Va restituita centralità al Parlamento, eliminando il ricorso ormai ordinario ai decreti e salvaguardando le prerogative di tutte le forze politiche. Il M5S – conclude – ha già delle proposte in merito, siamo pronti a fare le barricate per salvaguardare la tenuta democratica del Paese e restituire le istituzioni ai cittadini”.

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: