Riccardo Fraccaro BLOG

Fermare la cementificazione con l’edilizia sostenibile: questa è l’Italia a 5 Stelle

Oggi l’edilizia è un serpente che si mangia la coda, un mostro che divora se stesso: il M5S lo dice da anni, ma i partiti continuano ad alimentare la cementificazione del nostro Paese. Costruire per speculare è un meccanismo che ha già portato al consumo di ben 22mila chilometri quadrati di superficie: siamo di fronte un’emergenza che va affrontata subito per salvare i nostri territori. L’eco-sostenibilità è la chiave del futuro, per questo vogliamo promuovere un’edilizia a 5 stelle.

La cementificazione selvaggia, con la connivenza della politica, ha aumentato esponenzialmente il dissesto idrogeologico per ricoprire l’Italia di ecomostri, palazzi e capannoni vuoti, sfitti, disabitati.
Si concedono nuove licenze quando abbondano le case da ristrutturare, si investe in metri cubi di cemento invece di incentivare il riuso dei materiali.
È un gioco al massacro del territorio in nome del profitto. Un’altra edilizia però è possibile.

La costruzione di immobili verdi è già realtà in molte parti del mondo, il M5S vuole promuovere la bio-architettura anche in Italia per coniugare la salvaguardia dei territori e il risparmio delle risorse.
Si possono realizzare strutture recuperando il patrimonio edilizio esistente, con il principio della passività energetica e con un fortissimo abbattimento dei costi, come le earthship: facili e veloci da costruire, senza spreco di materiali, molto economiche e autosufficienti. Un modo diverso di abitare, di valorizzare le nostre risorse ma anche di fornire soluzioni all’emergenza abitativa dei cittadini. Questa è l’Italia a 5 Stelle.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: