Riccardo Fraccaro BLOG

Elezioni regionali: il M5S ha guadagnato consensi rispetto al 2010 ma ha vinto il partito dell’astensione, serve partecipazione attiva

eleregm5sLe elezioni regionali confermano la progressiva erosione dell’elettorato renziano. Calano i voti del Pd, in Emilia Romagna addirittura si dimezzano. Il M5S, invece, raddoppia i sui consensi e ottiene 5 consiglieri. Peccato per la Calabria, dove il voto clientelare ha chiaramente pesato negativamente rispetto alla prima esperienza regionale dei portavoce a 5 stelle. Hanno perso gli onesti, la stragrande maggioranza dei cittadini che si è arresa di fronte al dilagare delle inchieste giudiziarie che stanno travolgendo i partiti. Il centrosinistra ne esce fortemente ridimensionato e la linea del Governo è sconfitta.

 

 

Il centrodestra non evita il tracollo, riuscendo solo a consumare l’ennesima guerra per la leadership tra Lega e Forza Italia. L’unico a vincere è il partito dell’astensione, mai così alta. I pochissimi votanti non bastano a legittimare politicamente i governatori eletti, che ora dovranno fare i conti con la crisi della delega in bianco.

 

Il M5S è oggettivamente cresciuto rispetto alle scorse regionali, l’emorragia ha dilaniato tutti i partiti e siamo gli unici ad aver aumentato i nostri voti (http://www.beppegrillo.it/m/2014/11/il_partito_dellastensione.html). Dobbiamo rafforzare la partecipazione diretta e puntare sul coinvolgimento dei cittadini per riprenderci il Paese. Dobbiamo fare rete sul territorio, rivolgerci a quel 60% di non votanti con una visione politica chiara e netta: solo attivandoci in prima persona possiamo cambiare le cose. Ha da passa’ ‘a nuttata.

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: