Riccardo Fraccaro BLOG

Debiti Pa: le promesse di Renzi sono assegni a vuoto!

paghero-300x209Il premier è ufficialmente protestato: come volevasi dimostrare, Renzi non ha onorato l’impegno di saldare i debiti della Pa con le imprese. Lo aveva scritto in una delle sue tante slide, lo aveva ripetuto a “Porta a Porta” ma i suoi slogan sono sempre degli assegni a vuoto. Per il M5S, invece, parlano i fatti: abbiamo istituito un fondo per il microcredito alle Pmi e ottenuto l’approvazione della norma per compensare i debiti della Pa con le cartelle di Equitalia.

Le pendenze arretrate delle pubbliche amministrazioni ammontano a 60 miliardi di euro in totale, che equivalgono grossomodo al Pil della Croazia, una cifra enorme che aggrava la recessione e pesa come un macigno sull’economia reale. Di questi, soltanto 30 miliardi sono stati effettivamente erogati, per lo più dai Governi precedenti. Renzi non ha mosso un dito per sanare questa situazione. Le aziende continuano a chiudere ogni giorno, il mercato del lavoro è atrofizzato dalla stretta creditizia e dalla tassazione insostenibile ma la ricetta dell’Esecutivo è semplicemente quella di emettere cambiali scoperte, promesse puntualmente non mantenute.

Noi portavoce a 5 Stelle ci tagliamo gli stipendi per versarli alle imprese, lo facciano anche quelli del Pd e degli altri partiti. Il fondo per il microcredito in cui versiamo le eccedenze è di fondamentale importanza per dare ossigeno al tessuto produttivo del Paese e incoraggiare la nascita di molte start-up. Il M5S ha ottenuto inoltro l’approvazione della norma a favore delle Pmi per compensare i debiti verso la Pa con le cartelle esattoriali di Equitalia: queste ultime possono essere bloccate per i contribuenti che vantano crediti nei confronti dello Stato. Renzi si decida almeno a sbloccare il decreto attuativo. Dopo se ne vada in pellegrinaggio sul Monte Senario. E ci resti.

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: