Riccardo Fraccaro BLOG

De Bortoli: “Etruria e Mps, odor di massoni”. Lo stesso tanfo della riforma Renzi-Boschi-Verdini!

190916Palazzo Chigi segue la rotta di un anti-costituzionalismo finanziario che rischia di far implodere la nostra democrazia. Le riforme e i provvedimenti bancari rappresentano due pilastri dell’azione di governo che poggiano sulla stessa base: quella dei poteri forti. Ferruccio De Bortoli ha lanciato un’accusa tanto pesante quanto fondata nei confronti del nominato premier, ripresa anche da Enrico Letta: su Etruria e Mps si sente odore di massoneria. Lo stesso tanfo della riforma Renzi-Boschi-Verdini! 

Il Governo ha disposto la nomina del nuovo amministratore delegato del Monte dei Paschi di Siena su ordine della Jp Morgan, che si sta impadronendo della banca toscana feudo della cosiddetta sinistra. Al colosso finanziario statunitense non basta aver dettato lo scardinamento della nostra Carta fondamentale, delle tutele costituzionali e degli equilibri democratici.

Renzi ha scritto la schiforma con il toscano Denis Verdini, accostato alla massoneria dalle risultanze processuali dell’inchiesta sulla P3 nella quale è coinvolto il faccendiere Flavio Carboni. A lui si è rivolto papà Boschi per avere consigli nella vicenda della banca Etruria di Arezzo, risolta con un decreto del Governo che ha azzerato i risparmi di migliaia di cittadini. Un quadro scandaloso. Dobbiamo spazzare via queste trame segrete che proliferano tra le ombre di Palazzo Chigi. Difendiamo la nostra democrazia! #IoVotoNo

 

 

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: