Riccardo Fraccaro BLOG

Ddl omofobia rivela una maggioranza imbarazzante, divisa e incapace di governare

omofobia«La discussione sul ddl contro l’omofobia a cui abbiamo assistito in questi giorni è la dimostrazione di una maggioranza codarda, passiva e divisa, priva di spina dorsale. Di fronte all’ostruzionismo di una parte della minoranza, Rossi e i suoi preferiscono andare in ritirata, usando come scusa il troppo lavoro. Vorremmo ricordare ai consiglieri del PD e del PATT che sono lautamente pagati per stare in aula e votare e se ci devono rimanere anche di notte ci restino. La verità è che nella lotta contro l’omofobia la maggioranza è divisa, letteralmente alla mercé dell’opposizione, senza la forza e la volontà di imporsi per l’approvazione di un disegno di legge che è già passato due volte al vaglio della Commissione. Solo quando ci sono in ballo i soldi e gli interessi personali dimostrano di essere uniti».

Dopo questa vergognosa chiusura dei lavori del Consiglio provinciale, il deputato Riccardo Fraccaro del MoVimento 5 Stelle denuncia la totale e imbarazzante passività del centrosinistra autonomista. «Finché si tratta di tutelare interessi personali, come nel caso dei vitalizi, la maggioranza che ci governa riesce a dare una parvenza di operatività. Ma quando si tratta di questioni più complesse che riguardano i diritti dei cittadini ecco che emergono le visioni diverse e le posizioni inconciliabili, che il presidente Rossi non riesce a controllare.  In mano a questa maggioranza le questioni che richiedono un’azione politica profonda e complessa, come il ddl di contrasto all’omofobia, sono destinate a restare sulla carta senza mai arrivare a una soluzione. Se i cittadini si aspettano risposte, azioni e fatti concreti, è bene che sappiano che da questi politici non ne avranno mai».

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: