Riccardo Fraccaro BLOG

Consulta e Csm, Renzi scende a Canossa. Il M5S ribadisce: votiamo solo personalità indipendenti

csmDopo venti votazioni andate in fumo e milioni di euro sprecati, alla fine Renzi è sceso a Canossa, con la coda tra le gambe, e si è rassegnato a seguire le indicazioni dettate dal M5S per l’elezione dei membri di Consulta e Csm. È semplice, basta rispettare la Costituzione. Non vogliano nomine di parte, ma super parte. Lo abbiamo detto sin dall’inizio e lo ribadiamo: fuori i partiti dagli organi di garanzia, servono personalità autorevoli e indipendenti in grado di garantire la terzietà e l’efficienza della Corte Costituzionale e del Consiglio Superiore della Magistratura.

Per intenderci, Napolitano ha piazzato alla Consulta Nicolò Zanon: già noto alle cronache per gli attacchi alle Procure di Milano e di Palermo, è autore di un parere sull’incostituzionalità della legge Severino scritto nel maldestro tentativo di salvare Berlusconi dalla decadenza. Come se non bastasse, nel curriculum di Zanon risulta anche un bonifico a suo favore ricevuto dall’ex pregiudicato tramite il conto Olgettine.


Ecco, sono questi gli impresentabili che non voteremo mai. I partiti devono smetterla di usare le istituzioni per i loro squallidi mercati, devono tornare ad essere il tempio della democrazia: per questo voteremo solo candidati indipendenti, coerentemente con quanto abbiamo sempre sostenuto. Renzi prenda esempio dal MoVimento 5 Stelle, se ne è capace.

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: