Riccardo Fraccaro BLOG

Consiglio Provinciale Trento approvi mozione M5S contro decreto su obbligo Pos

pos-regalo-alle-bancheLe Pmi sono la linfa vitale del tessuto economico e produttivo del Paese. I portavoce a 5 Stelle, da sempre schierati al loro fianco, si tagliano lo stipendio e restituiscono ogni eccedenza per finanziarle. Il Governo Renzi, invece, ha deciso di continuare a tartassarle per fare l’ennesimo regalo con i fiocchi al sistema bancario. Il provvedimento sull’obbligo del Pos per i pagamenti è iniquo e controproducente, non serve per combattere l’evasione ma solo per fare cassa ai danni di professionisti, artigiani e piccoli esercenti. Per questa ragione, il M5S del Trentino ha presentato una mozione che impegna la Giunta provinciale ad attivarsi presso il Governo per ottenere la sospensione immediata della norma e l’abbattimento dei costi bancari del servizio. Siamo dalla parte dei cittadini e non dei poteri forti, la Provincia dimostri altrettanto con la rapida approvazione del nostro testo.

La misura riguarda, in tutta Italia, 1.5 milioni di persone. Il costo medio del Pos è di oltre 1.200 euro a carico di ogni commerciante. Le commissioni bancarie del nostro Paese sono tra le più alte d’Europa e del mondo. Inoltre non sono previste multe per chi non si adegua all’obbligo e, quindi, la tracciabilità fiscale non è assolutamente garantita. È evidente che questo decreto rappresenta solo una tassa sull’economia reale che va a beneficio delle lobbies finanziarie, una norma di favore per le banche e punitiva per le Pmi. Tutti siamo d’accordo sulla comodità e l’utilità del sistema di pagamento elettronico, ma con questo provvedimento i cittadini che lavorano e producono sono costretti a rimetterci a favore degli istituti di credito. Il M5S ha presentato anche una risoluzione alla Camera, in Commissione Finanze, per porre rimedio a questa norma vessatoria. Il Consiglio Provinciale del Trentino approvi subito la nostra mozione per eliminare questa gabella ai danni di piccoli imprenditori, esercenti e lavoratori autonomi già alle prese con la gravissima crisi economica.

I favori del governo Renzi alle banche

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: