Riccardo Fraccaro BLOG

Con il referendum i cittadini svizzeri dicono No al nucleare

Gli strumenti di democrazia diretta consentono ai cittadini di orientare le istituzioni verso il bene comune e di costruire un futuro migliore per tutto. L’ennesima dimostrazione arriva dalla Svizzera, dove si è svolto il referendum senza quorum sull’energia. L’abbandono del nucleare, con il ricorso all’energia rinnovabile e un piano di riduzione dei consumi, ha ottenuto il 58,2% dei consensi. Il bello è che la consultazione è stata promossa proprio dall’unico partito che ha sostenuto il No. Questa è la democrazia.

Ora la Svizzera spegnerà progressivamente i 5 reattori nucleari oggi attivi, incentiverà il ricorso alle fonti pulite e introdurrà forme di efficientamento energetico per abbattere i consumi. È una splendida notizia che ci incoraggia a proseguire sulla strada di una rivoluzione nel campo dell’energia, che è anche e soprattutto una rivoluzione culturale e democratica. Rompere il monopolio delle fonti fossili e garantire a tutti accesso all’energia pulita è il primo passo verso un mondo sostenibile, verde e rinnovabile. Grazie agli strumenti come i referendum senza quorum vince la democrazia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: