Riccardo Fraccaro BLOG

Comune di Arco: fatta la legge, trovato l’inganno. Anac muta orientamento su caso AMSA ma nomina Veronesi resta inopportuna

lettera ANACL’Autorità Anticorruzione stravolge la propria posizione sulla nomina di Veronesi nell’azienda municipalizzata di Arco: dopo aver dichiarato l’inconferibilità del ruolo di presidente di AMSA all’ex assessore, torna sui propri passi stabilendo che il raggiro del dl 39/2013 sull’incompatibilità delle cariche pubbliche è legittimo. Indipendentemente da questo repentino mutamento interpretativo, il M5S, rappresentato a livello locale dai consiglieri Rullo e Santuliana, continua a giudicare inopportuna la nomina  e chiede al sindaco Betta di essere coerente con le proprie posizioni: ha infatti affermato che avrebbe in ogni caso chiesto a Veronesi di lasciare il posto.

L’Anac motiva brevemente la propria decisione: in caso di attribuzione delle deleghe dirette al vice presidente, il presidente risulta essere “non inconferibile”, in quanto il mero potere di rappresentanza legale non può essere considerato potere di gestione. Con una simile deliberazione viene istituzionalizzato il proverbiale “fatta la legge, trovato l’inganno”. I contribuenti infatti pagheranno 10mila Euro all’anno per un presidente di una società pubblica senza deleghe dirette e soprattutto assessore del Comune fino a due anni fa. Il M5S continuerà a battersi per la trasparenza e la tutela degli interessi della collettività.

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: