Riccardo Fraccaro BLOG

Bolzano. Appello per un quartiere democratico e partecipato

PBZ quartiere partecipatoubblico di seguito la proposta di Federico De Piccoli, presidente del consiglio di quartiere Don Bosco di Bolzano, a dimostrazione del fatto che i portavoce del M5S agiscono sistematicamente con un approccio bottom-up per perseguire il coinvolgimento popolare e la condivisione delle decisioni che riguardano la cosa pubblica. Il sogno a 5 Stelle è quello di mettere le istituzioni nelle mani dei cittadini e con il nostro lavoro quotidiano stiamo ottenendo risultati di rilievo come ci racconta Federico:

Ieri a Bolzano si è tenuto la prima riunione del consiglio di circoscrizione (Don Bosco) presieduta dal M5S. L’elezione del Presidente era avvenuta il 01/07, non senza alcune polemiche, da parte di chi ci accusava di aver perso accordi sotto banco. La realtà invece è che l’elezione è stata frutto della volontà di rompere questa logica di spartizione degli incarichi pubblici e di evitare la lottizzazione del consiglio da parte di coalizioni politiche.

Da regolamento i Consigli di quartiere servono a favorire il contatto tra l’amministrazione pubblica i cittadini e a favorirne la partecipazione alle decisioni riguardanti il quartiere; i consiglieri stessi hanno la responsabilità di fare da tramite tra le esigenze della cittadinanza e la pubblica amministrazione instaurando un dialogo costruttivo che si basi sulle proposte e sui progetti, non su mere logiche di scontro tra maggioranza e opposizione.

In accordo con questo ragionamento intendo portare avanti la proposta nata all’interno del Meetup di considerare il consiglio più come un gruppo di lavoro che come un organo politico, depotenziando la figura del presidente proponendo una rotazione annuale dello stesso per dare più risalto al lavoro svolto dal gruppo.

L’attuazione di tale proposta trova spazio in un documento di autoregolamentazione, che può essere approvato dal consiglio stesso (da regolamento), e secondo questa visione deve contenere una sorta di possibilità di recall del presidente con scadenza annuale. Il presidente in carica, ad un anno solare dalla sua elezione, dovrà rimettere nelle mani del consiglio le proprie dimissioni: se il consiglio le accetta si dimette e si passa ad un altro presidente che sarà eletto per un anno con le stesse modalità, se invece vengono rifiutate è facoltà dello stesso dimettersi o mantenere la carica per il successivo anno.

Crediamo in tal modo di poter creare una sinergia positiva tra il gruppo, che può lavorare liberamente svincolato da mere logiche di partito/coalizione che sarebbero solamente nocive per la cittadinanza e inadeguate alla carica che sono chiamati a ricoprire i consiglieri.

Al momento tale proposta ha ricevuto alcune critiche e non tutti la vedono di buon occhio. ma continuerò sulla mia strada, nel frattempo ho deciso di fare le seguenti cose:

  • rimettere alla votazione del consiglio una bozza della proposta di autoregolamentazione direttamente a settembre che dovrà essere approvata dal 50% +1 dei consiglieri (io pertanto non voterò), dato che non credo sia fattibile attuare un progetto di lavoro se lo stesso gruppo di lavoro si dichiara contrario e in caso mi dimetterò;

  • ho congelato tutte le mie indennità fino al mese di settembre (di circa 600€ al mese); tale somma che sarà risparmiata dal bilancio la vorrei trasferire in altri due capitoli di bilancio permettendo alla circoscrizione di acquistare una videocamera per la registrazione delle sedute e di pagare la fornitura del servizio di pubblicazione online delle sedute. Così facendo entro la fine dell’anno potrà essere realizzata, a costo zero, la registrazione/pubblicazione delle sedute consiliare;

  • attuare gli strumenti già disponibili e mai utilizzati di democrazia partecipata, attraverso assemblee popolari, da fissare con cadenza massima 3/4 mesi.

Seppur con qualche problematica in più, anche negli altri consigli di quartiere, le nostre cittadine elette Sabrina Bresadola, Virna Cardini, Alessia Giangrossi e Cinzia Mataloni hanno provato a portare avanti richieste molto simili a questa ma al momento non sono state accettate.

Federico De Piccoli

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: