Riccardo Fraccaro BLOG

Autonomie: il M5S ottiene risultati mentre Moltrer pensa alla poltrona

Angeli e MoltrerIl Presidente Moltrer, oltre a confessare candidamente il proprio analfabetismo informatico, dimostra di ignorare anche gli atti adottati dalla stessa Provincia di Bolzano. Con la lucidità che ci riconosce, e che a lui manca, lo invito a fare il sacrificio di studiare per evitare di collezionare figuracce che gettano discredito sull’istituzione che presiede, forse a sua insaputa: Moltrer sappia che la Provincia di Bolzano ha risparmiato 600mila euro grazie alla norma sugli affitti d’oro a mia prima firma. Grazie a questa legge, la Camera dei Deputati ha tagliato 32 milioni di euro di affitti e centinaia di enti locali hanno presentato istanza di recesso dalle locazioni passive. Il M5S è riuscito ad abbattere la spesa improduttiva e produrre risparmi a beneficio di tutti i cittadini. Il Presidente Moltrer, invece, non ha mosso un dito per spezzare il sistema clientelare della politica che usa i soldi pubblici per finanziare i palazzinari. Anzi, tutt’altro. È stato il M5S, poi, a sollevare lo scandalo dei vitalizi d’oro, scoprendo i milioni di euro incassati da tutti i partiti. Non ci risultano infatti atti politici a sua firma prima del 21 febbraio. Il presidente del Consiglio regionale, invece, continua a difendere la casta portando avanti una riforma-truffa dei vitalizi per conservare sprechi e privilegi.

I portavoce del M5S rifiutano i rimborsi elettorali, si tagliano gli stipendi e ogni tipo di eccedenza: con i consiglieri Degasperi e Koellensperger il risparmio è stato di almeno 80mila euro in pochi mesi. Moltrer, invece, costa alla collettività più 20 mila Euro al mese, con tanto di autista e auto blu per condurre una seduta al mese del Consiglio regionale e per un’attività in Consiglio provinciale pressoché nulla. Il M5S si batte in Parlamento e nelle istituzioni locali per difendere il Trentino Alto Adige dall’attacco all’autonomia portato avanti dal Governo con il voto favorevole di tutti i parlamentari del centrosinistra autonomista. L’ultimo ed ennesimo esempio è rappresentato dai voti espressi ai decreti legge 24 giugno 2014 per n. 90 (semplificazione e trasparenza amministrativa) e n.91 (settore agricolo e tutela ambientale) impugnati da entrambe le Province autonome a spese dei contribuenti. Io ho espresso voto contrario, loro favorevole.

Renzi_Dolce Stilnovo_AutonomieIl MoVimento 5 Stelle è all’opposizione del Governo. Moltrer, invece, è la sua stampella: se ne sta accucciato sotto l’ascella del Pd per difendere il suo diritto alla poltrona, con buona pace delle istanze dei cittadini che rischiano di essere schiacciate. Renzi ha scritto nero su bianco di voler abolire le autonomie. Provvederemo a far tradurre il passaggio a pagina 71 del dolce ‘Stil novo’ in lingua mochena inviando a Moltrer una copia cartacea autografata da Renzi, così anche lui possa leggerlo. Il “Milord” del centrosinistra rifletta pure sulle dichiarazioni di Richetti contro l’autonomia, perché sta contribuendo in prima persona a smantellarla. Intanto che ci pensa comodamente seduto in poltrona, cominci a fare le valigie: presto dovrà togliere il disturbo per lasciare il posto a chi agisce concretamente per il bene del Trentino Alto Adige.

A nome dei portavoce del M5S – Regione TAA

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: