Riccardo Fraccaro BLOG

Annuncia lotta a corruzione ma governa con indagati e condannati: Renzi è il riciclatore della casta

fqmc“Mafia Capitale” ha scoperchiato il verminaio dei partiti: un sistema di mazzette, appalti, tessere e voti usato dalla cricca per impadronirsi delle istituzioni. Agli atti dell’inchiesta c’è l’accusa di aver inquinato i risultati elettorali del 2013. È emerso il finanziamento della banda al Pd durante una cena organizzata dal premier. Ci sono persino le foto di ministri e deputati a braccetto con i protagonisti di questo scandalo! Qui siamo di fronte ad una vera e propria Corruttopoli.

 

Renzi deve assumersi la responsabilità di aver ostacolato l’approvazione delle vere riforme chieste dal M5S, sin dall’inizio della legislatura, per stroncare la corruzione, reintrodurre il falso in bilancio, punire seriamente l’autoriciclaggio e garantire le liste pulite. La sua annuncite acuta sta appestando il Paese, la televendita sulla lotta alla corruzione farà la fine dei tanti slogan sfornati in questi mesi: ora basta con le chiacchiere. Invece di blindare la struttura di potere dei capibastone e distribuire 210 milioni di euro tra Eur spa e Comune di Roma, Renzi dovrebbe mandare a casa la giunta Marino e restituire i soldi sporchi raccolti dal partito.

 

Cominci dal Pd e dal suo Governo, pieni di inquisiti, la lotta in nome dell’onestà. La smetta di governare con i condannati o, piuttosto, ammetta che il sistema gli fa comodo: Renzi è il riciclatore della casta. Noi con gli impresentabili non facciamo accordi, li combattiamo con i fatti: per questo siamo fuori dal marcio, per questo possiamo far risorgere il Paese. La più grande paura di Mafia Capitale non è la galera, ma Grillo! I cittadini riflettano. #IoStoConBeppe

 

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: