Riccardo Fraccaro BLOG

Agricoltura Tour per rilanciare Distretto Alto Garda, Dallapiccola spieghi mancata attuazione legge iniziativa popolare

conferenza stampa parco agricolo GardaIl M5S rilancia con forza le ragioni del distretto agricolo dell’alto Garda. Una bellissima storia di politica fatta dal basso, partita con l’iniziativa popolare del 2008 volta ad attuare la legge istitutiva del distretto agricolo poi affossata dai partiti, che i portavoce M5S hanno voluto rilanciare con l’Agricoltura tour in provincia di Trento. Per dare pieno supporto al comitato promotore del Distretto agricolo del Garda Trentino, sabato mattina a Riva del Garda si è svolto un incontro con il deputato Riccardo Fraccaro, i componenti della Commissione agricoltura della Camera Paolo Parentela e Massimiliano Bernini, la consigliera comunale di Arco, Gabriella Santuliana e i candidati sindaci del MoVimento per Dro e Riva, Cinzia Lucin e Flavio Prada. Ne è scaturito un accorato appello agli amministratori locali per coltivare e valorizzare le risorse del territorio”. Lo rende noto l’ufficio stampa del MoVimento 5 Stelle Trentino.

Come ha sottolineato Calzà, del comitato promotore, ben 9 mila elettori su un bacino di 38 mila abitanti hanno firmato la legge di iniziativa popolare per contrastare la cementificazione e sostenere lo sviluppo eco-compatibile. Il Consiglio provinciale, dopo aver approvato la proposta all’unanimità, l’ha abbandonata in un cassetto sprecando così la grande opportunità per il territorio rappresentata dal distretto agricolo. Il deputato Fraccaro ha ribadito: “La Provincia non fa applicare la legge perché teme che i cittadini si riapproprino dei loro diritti. Inoltre il distretto agricolo, se istituito, metterebbe i bastoni fra le ruote agli intenti speculativi già attivi sul progetto della Loppio-Busa che prevede di cementificare almeno 26 ettari di terreno agricolo di pregio. Il M5S porterà questa battaglia in Parlamento affinché possa finalmente nascere il distretto agricolo dell’alto Garda”. Paolo Parentela ha sottolineato che “A bloccare tutto sono anche gli appetiti sul Piano di Sviluppo Rurale, che costituisce un tesoretto che si vuole cercare di gestire senza interferenze”, mentre Massimiliano Bernini ha invece spiegato che “il progetto del distretto si sposa bene con l’attività svolta in commissione agricoltura, dove il M5S promuove le buone pratiche agricoli e si oppone al consumo di suolo”. La consigliera comunale di Arco Gabriella Santulliana e i candidati sindaco del M5S, Cinzia Lucin e Flavio Prada, si impegneranno nei rispettivi consigli comunali affinché la legge venga finalmente applicata. “Il tentativo in atto di affossare il distretto agricolo – ha concluso Riccardo Fraccaro – calpesta la volontà di migliaia di cittadini dell’alto Garda. L’assessore Dallapiccola deve spiegare come e perché una legge provinciale non riesca ad essere applicata dopo ben 7 anni dalla sua approvazione”.

Fotografie della conferenza stampa

Genesi e sviluppo del progetto del distretto agricolo del Garda Trentino

Intesa istituzionale 2012_02_06 da SV

Legge istitutiva parco agricolo

Regolamento bozza aprile2012 rivista dicembre 2012

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: