Riccardo Fraccaro BLOG

Finanziaria: la provincia di Bolzano sempre più verso la sanità privata

tagli_sanità«Cala la mannaia della Giunta Kompatscher sulla sanità altoatesina: dopo l’emendamento che alza del 20% il tetto degli stipendi per i funzionari sanitari, oggi è la volta dell’odg Artioli, che dice di rivalutare la sanità privata in Alto Adige. Una proposta vergognosa che è passata con l’approvazione dell’assessora Stocker. Ecco come l’SVP usa l’Autonomia: per smantellare la sanità pubblica». Il consigliere provinciale M5S Paul Köllensperger e il deputato Riccardo Fraccaro puntano il dito contro le decisioni assunte in queste ore dalla Provincia di Bolzano mentre è in discussione la Finanziaria.

«Giorno dopo giorno i partiti finti autonomisti stanno sottraendo denaro alla sanità pubblica. Tagliano gli ospedali periferici, fanno mancare i medici specialisti e intanto danno la colpa alle circostanze o alle direttive di Roma. In realtà si tratta di scelte precise della maggioranza provinciale, che spinge i cittadini verso la sanità privata mettendoli di fronte al fatto compiuto: il pubblico non può più garantire il diritto alla salute. Un progetto politico scellerato che il direttore Schael sta mettendo a punto con precisione. L’odg Artioli non è che l’ultima conferma di questa privatizzazione strisciante. E anche la decisione di alzare il tetto degli stipendi dei dirigenti (già molto alti e maggiori addirittura di quelli dei colleghi trentini) rientra in questa politica. Invece di limitarsi a “salvare” le posizioni degli attuali funzionari, la norma permette di aumentare gli stipendi di tutti gli altri contratti esistenti fino a 288.000 euro. Certo è una bella mossa per la Giunta, che forse ora metterà a tacere i dissensi interni causati da una riforma sanitaria scomoda a molti! Il caso dei vitalizi ci ha insegnato che per i partiti che governano non è mai un problema trovare i soldi: basta tagliarli da qualche servizio pubblico essenziale. In questo caso, dalla sanità. Tanto poi per curarsi ci sono le cliniche private. Dove si paga per avere un servizio che spetta di diritto e dove la maggior parte dei cittadini non può accedere».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: