Riccardo Fraccaro BLOG

Il piano di Licio Gelli è servito: Renzi vuole il presidenzialismo, è il segretario del PDue

ce_lo_chiede_licio (1)Il progetto eversivo di Licio Gelli sta per essere definitivamente attuato. Il partito unico Forza Pd, rinsaldato dalla fratellanza massonica toscana, è determinato a realizzare punto per punto il piano di rinascita della P2.

Primo: una legge elettorale incostituzionale che calpesta la volontà popolare e consegna il Paese ad un solo partito. Secondo: la controriforma del Senato, che elimina un fondamentale organo di controllo e rovescia i rapporti di forza tra potere legislativo ed esecutivo. Terzo: il presidenzialismo, che distrugge alle fondamenta la nostra democrazia e accentra il potere nelle mani di un uomo solo al comando.
Berlusconi ha rilanciato il tema e Renzi si è naturalmente schierato a favore di un golpe contro la Repubblica parlamentare. La Costituzione sta per essere smantellata pezzo per pezzo, come e peggio di quanto aveva provato a fare Letta. L’estate scorsa abbiamo stroncato il tentativo di scardinare l’articolo 138 proprio per evitare che si realizzasse il vero obiettivo delle “sagge” riforme: sovvertire l’architettura istituzionale per realizzare una svolta autoritaria. Il Pd negò di voler attuare questa controriforma, ma ora le carte sono scoperte: avevamo visto giusto, la partitocrazia vuole consolidare una volta per tutte il suo regime.
Imporre ai cittadini il sistema presidenziale, per giunta in un Paese con una informazione parzialmente libera, senza leggi sul conflitto di interessi e norme anticorruzione, è un attentato alla democrazia che ci porterà nella dittatura auspicata dalla loggia massonica di Gelli, che non ha mai cessato di tenere le fila della partitocrazia. Renzi è il segretario del PDue. Noi faremo resistenza.

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: