Riccardo Fraccaro BLOG

100 anni della Camera: Parlamento centrale, si apra a cittadini

La ricorrenza del centenario dell’Aula di Montecitorio è un’occasione di riflessione sulle conquiste democratiche che quest’Assemblea rappresenta. Il Parlamento è e sarà sempre un’istituzione centrale per la vita politica del nostro Paese, è nostro dovere difendere e valorizzare il suo ruolo nell’ottica di una funzionalità rinnovata. Ad un secolo di distanza dalla prima seduta nell’Aula progettata da Ernesto Basile, la Camera dei Deputati può e deve aprirsi sempre più ai cittadini. Il Parlamento ha il compito di esprimere e rappresentare la volontà popolare rispondendo in pieno ai principi costituzionali, che ancora oggi rappresentano il faro dell’azione politica.

L’articolo 1 della nostra Carta fondamentale, caposaldo della nostra democrazia, va costantemente riaffermato con un costante impegno di ascolto, dialogo e accoglimento delle istanze dei cittadini. La crisi della rappresentanza si supera solo colmando il divario tra istituzioni e società, un percorso che le Camere hanno avviato brillantemente soprattutto in questa legislatura. Il taglio dei vitalizi per gli ex parlamentari rappresenta un segnale chiaro della volontà di rinnovare il rapporto di fiducia con i cittadini e dimostra la capacità del Parlamento di autoriformarsi. Il ricorso oculato e parsimonioso alla questione di fiducia è un altro elemento che dimostra l’inizio di una nuova stagione all’insegna della centralità delle Camere.

Il prossimo passo saranno le riforme del cambiamento che la maggioranza intende promuovere per ridurre il numero dei parlamentari e introdurre il referendum propositivo con l’abrogazione del quorum, oltre alle riforme regolamentari per consentire l’esame alla data certa delle leggi di iniziativa popolare e scoraggiare i fenomeni di trasformismo. Si tratta di proposte che, valorizzando il ruolo del Parlamento e gli strumenti di partecipazione diretta dei cittadini, consentiranno di rafforzare la nostra democrazia e garantire la piena aderenza alle esigenze del paese reale. Siamo convinti che questo traguardo sarà raggiunto al più presto e che i cittadini potranno esercitare ancora meglio la sovranità popolare, come previsto dalla nostra Costituzione. Davvero un bel modo per festeggiare i 100 anni della Camera.

Related Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: